Il finocchio

Una pianta bellissima da piantare alla fine dell’estate nei vasi rimasti vuoti dopo la sfioritura delle annuali è il finocchio. Una sola piantina per vaso, mi raccomando, perché crescerà molto. Non sostituirà sicuramente i vostri acquisti di verdure, avrete un solo, prezioso finocchio, ma sarà una splendida decorazione per la vostra terrazza e vi consentirà di utilizzare per tutto l’inverno le foglioline.Spesso del finocchio si mangia solo il tenero cuore. Un vero peccato perché le parti esterne, più filamentose, sono ottime abbinate ai piselli secchi per una crema dal sapore dolce, da decorare con le foglioline tritate prima di portare in tavola. Un’altra idea, zero sprechi, è saltarle in padella tagliate a fettine insieme alle foglioline verdi tritate grossolanamente per utilizzarle come base per una frittata.I finocchi si conservano molto bene in frigorifero mentre perdono sapore se congelate. Un’alternativa, un tempo molto diffusa, è conservarle in salamoia utilizzando semplicemente una miscela di sale e acqua, eventualmente profumata con spezie o scorze di agrumi seccate. In questo caso utilizzate solo i cuori dopo averli scottati in acqua bollente.

 

Lascia un Commento