Il broccolo friulano

Una verdura ricomparsa da pochi anni sui banchi dei piccoli produttori del Nord Est. Si chiama broccolo, ma non ha le inflorescenze che siamo abituate a vedere. E’ una pianta che sviluppa un fogliame rigoglioso e molto decorativo, perfetto da coltivare in un grande vaso lasciato vuoto dalla sfioritura dei fiori dell’estate. Anche una sola pianta vi consentirà di avere a disposizione una bella quantità di foglie da raccogliere iniziando dalle più esterne. Da non mangiare prima del freddo perchè le prime gelate gli daranno una grande dolcezza. Il broccolo friulano sarà con voi per tutto l’inverno e festeggerà l’arrivo della primavera con una fioritura di fiori gialli. Buonissimo all’agro, dopo aver scottato le foglie in acqua bollente salata. Il segreto della cottura perfetta? Quando le foglie, da verde scuro diventano di un bel colore brillante. Una volta pronto può essere utilizzato come la fantasia vi suggerisce o conservato in congelatore. Il cuore o le coste tagliate a pezzi possono anche essere conservate in agrodolce. Il suo nome botanico è brassica oleracea. Sicuramente è presente, con nome diverso, anche in altre regioni.

Lascia un Commento