I nani da giardino

Adoro i nani da giardino. Soprattutto i sette nani di Biancaneve. So bene che questa frase non fa un bel effetto quando viene pronunciata da qualcuno che ha salutato l’infanzia da tempo. Eppure è così: ho deciso di fare outing. Insieme al design e all’arte del XX secolo tra le mie passioni ci sono anche loro: gli gnomi. Probabilmente la responsabilità è di mia mamma che, da bambina, non mi ha mai concesso di averne uno. Sicuramente li trovava kitsch, ma non ha mai trovato il coraggio di dirmelo, ricorrendo a scuse estremamente creative. E così il desiderio represso nell’infanzia viene soddisfatto oggi nella mia casa fusion, dove il design si mescola ai ricordi di viaggio. E accanto a Attila, Napoleon e Saint Exupery ci sono anche i piccoli nanetti di terracotta che occhieggiano, seminascosti, dalle foglie delle piante.

Lascia un Commento