cuorisità

Non so più scrivere a mano. La penna scorre sulla carta con molta più lentezza del pensiero ed è facile distrarsi, perdere il filo. Le dita, solo quattro per l’esattezza, hanno imparato a correre sulla tastiera e raggiungono una velocità sufficiente a tenere la mente imbrigliata. Naturalmente sbaglio, ma sono rapida nelle correzioni come nella scrittura. Cercavo un titolo per questa pagina, ispirata dal verde, ma guidata dalla curiosità e dall’entusiasmo per le nuove idee. Il primo pensiero è stato “il filo di Arianna”, ma non volevo legarmi ad un mito che parla di sangue e ferocia. Scrivendo curiosità ho scoperto che – per errore ?- avevo creato una nuova parola che rappresentava perfettamente quello che sentivo. Una curiosità trainata dal cuore che spesso mi porterà lontano dalla mie amiche verdi.

Lascia un Commento