Cosa piantare nei vasi che rimangono vuoti alla fine dell’estate?

Il mese di ottobre, se la stagione non è clemente, è veramente triste in terrazza. Troppo presto per le piante invernali, troppo tardi per quelle estive, anche se ci regalano gli ultimi fiori, lottando contro la pioggia battente e le notti già fredde. Per le annuali non ci resta che accettare che la loro stagione è finita e fare una passeggiata in vivaio per scegliere le piante che ci accompagneranno durante la stagione fredda: crisantemi per i mesi di ottobre e novembre, cavoli colorati fino ad aprile, pansè per tutto l’inverno, fiorite anche sotto la neve. La scelta non è ampia come in estate, ma si possono ottenere bei risultati. Il problema nasce quando nel vaso ci sono radici in letargo. Le soluzioni sono due: appoggiare sulla terra un vaso più piccolo, possibilmente con una pianta ricadente,oppure giocare mescolando piante vere e artificiali. Una proposta che farà arricciare il naso a chi ama sporcarsi le mani di terra, ma che può dare risultati sorprendenti. Un’edera ricadente mescolata a piccoli crisantemi non disturba il riposo invernale e crea una gradevole vegetazione. Da mescolare a piante sempreverdi, naturalmente.

Lascia un Commento