Bacche rosse in autunno, fiori gialli in primavera

Per un’aspirante giardiere la vita è piena di sorprese. In questo periodo dell’anno lo sguardo viene facilmente catturato dalle bacche, ideali per decorare una tavola autunnale o completare un vaso di fiori. Il crespino, o berberis vulgaris, è perfetto. Grappoli di bacche rosse accompagnate da foglie ed aculei. Belle e commestibili, mi era stato detto. Una rapida ricerca e la scoperta che poche piante sono state tanto utilizzate dall’uomo, fin dall’antichità e in tutti i continenti. Frutti, foglie e corteccia hanno infatti straordinarie proprietà farmacologiche. Ne parla Averroè, la usavamo i nativi americani in rituali magici, è un rimedio tipico della medicina ayurvedico e tra i più utilizzati in omeopatia. Le bacche rosse sono la livrea per l’autunno. In primavera la pianta si trasforma ricoprendosi di fiori gialli, dal profumo delicato. In cucina le bacche, ricche di vitamina C, possono essere trasformate in sciroppi e marmellate mentre le foglie primaverili, tenere e dal gusto acidulo, sono deliziose aggiunte all’insalata. Corteccia e radici venivano anche usate per colorare i tessuti di giallo. Un difetto? Non può essere coltivato vicino al frumento perchè può contaminarlo con una ruggine estremamente dannosa. Cresce ovunque, fino a 2000 metri, ama un clima arido, ma per i giardinieri da balcone,può essere coltivato anche in vaso.

3 Commenti

  1. Sasci

    bello Mic , mi aveva accennato Cianei del problema per il granoturco, infatti e’ una coltivazione che e’ stata abbandonata per questo in campagna, bello che l’hai fatta conoscere! Scusa ieri e’ stata una giornata complicata, entro sera ti mando materiale per le altre. baci s

    Inviato da iPad Sasci.

  2. Cianei

    Il profumo è talmente delicato e fragrante che in primavera lo senti e poi ti accorgi che è fiorito. Cianei

  3. Cianei

    Dimenticavo ho in programma di fare un infuso delle bacche nella grappa, saprò dire, ciao

Lascia un Commento